foto6.jpg
Home IL PROGETTO
Progetto
PDF Stampa Email

Ha, Ha, Ha...for health, learning and well being | Erasmus+

24-31 Marzo 2017 - Maiori (Costiera Amalfitana - Italia)

 English version here

 

 

"Ha, Ha, Ha...for health, learning and well-being" è un corso di 11 giorni organizzato da ACARBIO in collaborazione con le associazioni Solidarity Tracks (Grecia e CREFAD LOIRE (Francia) che ha visto la partecipazione di altre organizzazioni provenienti dall'Europa e Europa dell'Est, paesi Mediterraneai, Balcani e del Caucaso.  Il corso ha coinvolto un totale di 13 nazioni (Italia, Grecia, Francia, Spagna, Polonia, Romania, Lettonia, Macedonia, Moldovia, Tunisia, Palestina, Armenia e Georgia) con ben 26 educatori giovanili che hanno acquisito nuove competenze sull'aspetto pedagogico della risata, allo scopo di riutilizzarle neli loro progetti futuri con i giovani. Durante il corso, i partecipanti hanno dovuto ideare e sviluppare nuove skill sul concetto della "risata senza motivo", oltre che apprendere nuovi metodi innovativi da usare durante le attività di educazione non formale con i giovani.

Nello specifico, gli obiettivi del progetto erano di:

1. Consentire ad un gruppo di educatori giovanili provenienti da diversi contesti culturali e formativi, di acquisire nuove competenze sui vantaggi legati alle pratiche basate sulla "risata senza motivo", oltre che sui mezzi per utilizzare questo potenziale a favore dei giovani e persone con bisogni particolari o disabili. 

2. Incoraggiare gli educatori giovanili ad accrescere le loro conoscenze e potenziare le loro metodologie di lavoro cosi da essere in grando di implementare attività basate sulla "risata senza motivo", a beneficio dei giovani con cui lavorano e le loro comunità locali.

3. Consentire ai partecipanti di capire attraverso la pratica il valore della "risata senza motivo" all'interno di un determinato target di persone (giovani, gruppi di età mista, professionisti, disabili, ecc.).

4. Consentire agli educatori giovanili che hanno partecipato al corso di avviare dei laboratori sperimentali destinati a diversi tipi di persone, allo scopo di mettere in pratica le conoscenze e le esperienze, cosi da creare dei corsi online sulla risata.

5. Creare un corso pedagogico online sulla risata per giovani e persone con bisogni speciali sulla piattaforma Moodle. L'obiettivo è stato quello di accrescere e scambiare le proprie conoscenze, esperienze, metodi di lavoro e iniziative per i giovani e le persone delle comunità locali. 

 

Come risultato, i partecipanti hanno organizzato dei laboratori educativi sulla "risata senza motivo", in favore dei giovani e di altre categorie di persone. I partecipanti sono stati divisi in 6 gruppi, ognuno con delle categorie di gruppi diverse con cui idealmente lavorare (es. gruppi di giovani da 18 a 30 anni, disoccupati, persone con particolari disabilità, professionisti, persone afflitte da stress, ecc.). Ogni laboratorio creato contiene una spiegazione dettagliata di come implementare l'attività, partendo dal numero di persone adatte a partecipare, durata, obiettivi, preparazioni necessarie, attività di riscaldamento, ecc.. Questi laboratori sono stati resi disponibili dai partecipanti stessi sulla piattaforma Moodle "e-learning to non-formal education", allo scopo di disseminare queste tecniche di educazione e allargare il numero di beneficiari. Inoltre ogni partecipante ha specificato il suo ruolo di  "mentore" all'interno del corso online sulla "risata senza motivi". Tutti i laboratori creati sono accessibili sulla piattaforma Moodle all'indirizzo http://e-evs.eu/course/index.php?categoryid=7

 

Una volta tornati a casa, i partecipanti hanno cominciato a promuovere questi corsi online tra i loro colleghi e amici, fornendo assistenza ai giovani interessati e dando seguito alla cooperazione con i loro pari per monitorare le risposte dei beneficiari di queste azioni e valutandone l'impatto. Inoltre hanno portato avanti attività focalizzate e iniziative di promozione della filosifia della risata senza motivo e il suo beneficio per i giovani. 

I beneficiari di questa attività di disseminazione sono essenzialmente organizzazioni e istituti che sono impegnati nell'educazione informale, ma anche persone che lavora con i giovani (educatori giovanili, coordinatori di progetti giovanili, giovani in generale, insegnanti scolastici, imprenditori, istituti sanitari, centri psichiatrici, centri per l'integrazione sociale giovanile o per giovani con bisogni speciali, ecc.).

 

Tutto il materiale prodotto dal progetto è disponibile di seguito. 

 

Il progetto è stato finanziato dal programma Erasmus+ attraverso l'Agenzia Nazionale per i Giovani.

   

 

 

Risultati del progetto:

- Laboratorio: Laughing sessions for youth workers

- Sessioni sulla risata utilizzate durante il corso: Altri esempi di sessioni sulla risata 

- E-megazine 

- Racconto video del progetto: https://youtu.be/udXKguNFhTk

 

 

Altro materiale per la disseminazione:

- Poster

- Video riassuntivo: https://www.facebook.com/acarbio.onlus/videos/1437420732955362/

- Sessione sulla risata in diretta: https://www.facebook.com/acarbio.onlus/videos/1432369930127109/

- Serata interculturale: https://www.facebook.com/acarbio.onlus/videos/1431409316889837/

- Intervista di un giornalista locale https://www.youtube.com/watch?v=fbT8hBOsKVk (articolo http://www.positanonews.it/articolo/3181380/maiori-costa-damalfi-pierre-fayet-risata-salvera-mondo)

 
 

 

 

Ha, Ha, Ha...for health, learning and well being | Erasmus+

24-31 March 2017 - Maiori (Amalfi Coast - Italy)

 

"Ha, Ha, Ha...for health, learning and well-being" is an 11 day training course organised by ACARBIO in cooperation with Solidarity Tracks (Greece) and CREFAD LOIRE (France) with the participation of other associations from European, Mediterranean, Balkan and Eastern/Caucasian countries. This training course involved a total of 13 countries (Italy, Greece, France, Spain, Poland, Romania, Latvia, Macedonia, Moldova, Tunisia, Palestine, Armenia, Georgia) with 26 youth workers who acquired competencies & skills about the pedagogical aspect of laughter, so that they could practice this sort of activities with young people in the future. During the training in question the participants had to think up and develop new skills about laughter without reason, other than innovative methods for using this activity in non-formal education.

Specifically, the objectives of this project were:

1. To allow the group of youth workers with different backgrounds to acquire new competences on the advantages of the practicing of laughter without reasons, as well as on the means of using this potential in the interest of the young people and people with special needs or handicapped.

2. To encourage the youth workers to enhance their knowledge and their working methods and to become able to take initiative to practice laughter without reason, for the benefit of young people and the local communities.

3. To allow the participants to understand in practice the value of unconditional laughter within a given human group (group of young people, group of mixed ages, professional, vocational group, etc.).

4. To allow the youth workers who participated in the training to launch some experimental workshops targeted at various audiences, in order to put into practice their knowledge and experience and also create online courses about laughter, targeting young people.

5. To create a pedagogical online course on Moodle platform about laughter for young people and people with special needs. The aim was to improve and mutually exchange our knowledge, experience, working methods and initiatives in favour of young people, the citizenry of our local communities and, lastly, to emerge that experience elsewhere.

As a result, the participants organized educational workshops on "laughter without reasons", for the benefit of the young people and the various categories of the local public. The participants were divided in 6 groups to develop the workshops based on "laughter without reasons". Every group had different "potential" target groups in minds when developing the workshops. Every workshop is explained in details, from max number of people, recommended target group, time of the activity, objectives, preparations phases, warm ups, laughing session, etc. In order to disseminate this technique of education and to broaden the beneficiaries in large scale, the workshops created during the training course were also made available on the internet through our platform Moodle: "e-learning to non-formal education", where participants uploaded every session in details. Furthermore, each participant took over a “mentor” role on the on-line training about “laughter without reasons”. All the workshops are accessible on the Moodle platform at http://e-evs.eu/course/index.php?categoryid=7

Once they were back home, the participants started promoting these E-trainings among their colleagues and friends, assisting and supporting the young learners and keeping up the cooperation with their peers in monitoring the interaction of the beneficiaries of the on-line seminars and evaluating their impact. They also carried out targeted activities and initiatives on the “laughter without reason” philosophy for the benefit of the local young people, with the frame of partnerships with local organizations.

The beneficiaries of the above-mentioned dissemination activities are basically organizations and institutes who are engaged with the informal education, as well any person who work with the Youth (youth workers, Youth project coordinators, mentors, young people with various profiles and background, school teachers, entrepreneurs, health institutes, Psychotherapy Centers, Centers for the social integration of the young or for support youngsters with special needs, young people who are interested on the topic). By the end of the project, the participants had also created an e-magazine with the help of our graphic facilitator Boroka Balint.

 

The project was financed by Erasmus+ Programme through the Italian NA "Agenzia Nazionale per i Giovani".

   

Project's outcomes:

- Workshops: Laughing sessions for youth workers

- Laughing sessions used in the training and more: Other laughing sessions examples 

E-megazine 

- Highlights of the project: https://youtu.be/udXKguNFhTk

 

Other material for dissemination:

Poster

- Video summery: https://www.facebook.com/acarbio.onlus/videos/1437420732955362/

- Live of a laughing session: https://www.facebook.com/acarbio.onlus/videos/1432369930127109/

- Intercultural night: https://www.facebook.com/acarbio.onlus/videos/1431409316889837/

Interviews by local journalists https://www.youtube.com/watch?v=fbT8hBOsKVk (article http://www.positanonews.it/articolo/3181380/maiori-costa-damalfi-pierre-fayet-risata-salvera-mondo)

 

 
PDF Stampa Email

Il nostro viaggio in Libano e il vero significato di "dialogo interculturale"

  

La prima volta che partecipammo ad un progetto giovanile europeo fu cinque anni fa. Acarbio nel settembre del 2011 prese parte ad un Seminario di Volontariato Europeo a Razlog, in Bulgaria. Qui conoscemmo persone eccezionali come Ieva, Iyad e Zeina con le quali siamo riusciti a realizzare insieme in Costiera amalfitana nuovi progetti negli anni a seguire. Nell’ottobre 2015, in veste di educatori ed ospiti del nostro progetto “Re-connecting to the Environment” tenutosi a Tramonti, avevano dato avvio ad un'altra iniziativa ambiziosa che ha poi finalmente visto la luce, esattamente un anno dopo a Beirut, la capitale del Libano.

 

Beirut Logo progetto Re-Started

 

Leggi tutto...
 
PDF Stampa Email

La Dieta Mediterranea nelle sue declinazioni nazionali: a Tramonti 30 giovani dalla Grecia, Spagna, Turchia e Italia si confrontano in cucina

Make it MedEATerranean: fino al 1 settembre, workshop culinari e prodotti tipici da raccontare. Evento clou: mercoledì 31 agosto presso la Casa del Gusto con un “tour gastronomico” tra cinque nazioni.

 

Make it Medeaterranean

Se la Dieta Mediterranea e il suo stile di vita è un Patrimonio immateriale dell'Umanità, capisci il perché di questo riconoscimento Unesco quando vedi 30 giovani, dai 18 ai 29 anni, provenienti dalla Francia, Grecia, Spagna, Turchia e Italia, confrontarsi a Tramonti, in Costiera amalfitana, su questo insieme di “saperi” con i quali le popolazioni del Mediterraneo hanno creato una “sintesi”.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa Email

Spiaggia libera di Minori: riparte il Laboratorio di Educazione ambientale con il Campo Internazionale di “Make it Blue”

 

make it blue logo

La spiaggia libera di Minori, per il secondo anno consecutivo, diventa esempio concreto di come uno spazio pubblico possa essere un modello virtuoso e davvero di tutti, completamente gratuito.

 

E' l'unico arenile pubblico della Costiera amalfitana dove si fa pulizia costante con un “Laboratorio ambientale” quotidiano dedicato ai bambini. Dove giovani provenienti da tutto il mondo fanno accoglienza con l'inclusione di “persone svantaggiate” del posto impegnate nelle diverse attività. E dove portatori di handicap potranno trovare un accesso agevolato.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa Email

Biodiversità Presentato a Tramonti un progetto LIFE per la difesa della biodiversità in Costiera amalfitana

 

 

Il think tank, il “serbatoio di pensieri” che si è dato appuntamento venerdì 8 luglio, presso la Casa del Gusto a Tramonti, ha evidenziato come il paesaggio mediterraneo della Costiera amalfitana sia messo a rischio dalle specie vegetali invasive che velocemente prendono il posto della biodiversità che caratterizza i terrazzamenti. E quindi della necessità di agire in modo coordinato e diffuso su tutta l'area. E come? Lavorando al “Programma per l'ambiente e l'azione per il clima” denominato Life (2014-2020) condividendolo con chi ci abita sul territorio.

Leggi tutto...
 
«InizioPrec.12345678Succ.Fine»

Pagina 1 di 8

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando sul tasto "Agree" acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information